Il Porto di Catania, riferimento marittimo della Sicilia orientale

Percorsi

Ubicato tra la Stazione Centrale e la famosa Playa, il Porto di Catania è il principale porto della città dell’elefante e uno degli accessi marittimi più importanti della Sicilia. Si tratta di un porto di natura mercantile e importante scalo per i collegamenti turistici nazionali e internazionali. La sua posizione centrale in Sicilia orientale lo rende il punto di riferimento marittimo per quest’area dell’isola, nonché per tutti quei territori che si affacciano sul Mar Ionio.

La storia

A immaginare la realizzazione di un grande porto nella città di Catania fu re Alfonso d’Aragona, che nel 1438 mise sotto la sua lente di ingrandimento l’insenatura portuale realizzata nel X secolo dai Saraceni. Il porto etneo venne gradualmente ampliato, con la realizzazione di moli artificiali in grado di accogliere anche grandi imbarcazioni.

Tuttavia, nei primi anni del ‘600, il porto venne colpito da diverse mareggiate che lo danneggiarono, limitandone così l’uso. Furono necessari circa 100 anni per riuscire a vedere un nuovo progetto in grado di assicurare efficienza e stabilità allo scalo. Sotto la dominazione dei Borboni vennero approvati ed eseguiti dei lavori importanti per la struttura.

Per scongiurare ulteriori danni in occasione di forti mareggiate, si decise di installare una catena di blocchi in calcestruzzo. Nel 1800 sempre il governo borbonico dispose la realizzazione di due nuovi moli nello spazio oggi conosciuto come Porto Vecchio. Qui sorsero un primo molo di 258 metri e un secondo di 122 metri.

Con la nascente Stazione di Catania, il porto venne dotato di un collegamento binario che condusse alla realizzazione della Stazione di Catania Marittima, oggi non più attiva. Agli inizi del XX secolo venne approntato un nuovo importante aggiornamento per il Porto di Catania, ovvero l’interramento di alcune banchine (molo Crispi) seguito dal distanziamento dal mare della Porta Uzeda e dagli Archi della Marina.

Gli anni recenti

Importanti ammodernamenti sono stati effettuati nel corso degli ultimi decenni. Tra questi, spiccano l’opera di realizzazione nel 2015 della nuova darsena con 1100 metri di banchine lineari costruite a poca distanza dall’asse dei servizi. Un nuovo adeguamento è stato quello dell’abbattimento del muro di cinta che ha ulteriormente aperto il porto alla città di Catania.

Dove si trova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *